Loading...

Spiagge del Salento

  • spiaggia-torre-pali-salento

I lidi più vicini ove fare il bagno partendo dalla Masseria Uccio sono Tricase porto e Marina Serra: in questo tratto di costa non ci sono spiagge ma a Marina Serra l’erosione del mare ha creato una graziosa insenatura che si presenta come una vera e propria piscina naturale.

Da Tricase Porto proseguendo verso nord lungo la litoranea la costa è tutta rocciosa e frastagliata. Si può decidere di fare il bagno nella Marina di Andrano dove ci sono numerosi e attrezzati chioschetti in cui è possibile bere un cocktail, ascoltare un po’ di musica e affittare ombrelloni e sdraio collocati su piattaforme in legno (Il Cochabamba è molto carino). Proseguendo lungo la litoranea si arriva a Marittima dove c’è la bellissima insenatura Acquaviva, una gola raggiungibile attraverso un sentiero nella roccia fatto di piccoli scalini. Fino a Castro la costa si fa più alta e impervia e gli accessi via terra si fanno difficili. Castro è un piccolo borgo di pescatori e si affaccia su un’insenatura molto gradevole. Qui c’è la grotta Zinzulusa con origini antichissime A pochi chilometri c’è Porto Miggiano, una splendida insenatura con un mare color smeraldo dove è possibile affittare gommoni e pedalò per godersi il mare lontano dalla folla.

Continuando verso nord si giunge a Santa Cesarea con le sue famose terme e le sorgenti di acqua sulfurea. Per prendere il sole si può andare alle terrazze del “Caicco”. Prima di giungere ad Otranto si incontra Porto Badisco, un’insenatura naturale stretta e profonda davvero bella, nella quale è incastonata una piccola spiaggia. Posto ideale anche per una sosta golosa: chi ama i ricci può farne una scorpacciata nel vicino bar di “Carlo De Paola”. Poco più avanti, la splendida Baia delle Orte, raggiungibile a piedi attraverso una pineta. La scogliera qui è bassa ma in alcuni punti si alza ripida sul mare ed è ricca di anfratti, piccole grotte e spiaggette tutte da scoprire. Gli amanti della spiaggia devono attendere di giungere ad Otranto con le sue spiagge attrezzate, molto grazioso il lido Atlantis con bar e ristorante annesso. Famosa la bella Baia Dei Turchi e a soli 10 km da Otranto, gli Alimini: un lunghissimo e ventoso litorale sabbioso molto apprezzato dai surfisti e da chi pratica il kitesurf. Non lontano c’è Frassanito, spiaggia attrezzata più frequentata dai giovani. Tutte le spiagge nei pressi di Otranto sono molto affollate ad Agosto. Merita una giornata di mare Torre S.Andrea, una splendida baia circondata da alti faraglioni che riparano la spiaggetta dal vento. L’acqua è verde-azzurra. Prima di raggiungere la Riserva Naturale delle Cesine, si incontra Roca Vecchia con la pittoresca scogliera a strapiombo su un mare verde smeraldo e la Grotta Della Poesia, una conca naturale invasa dal mare dove, secondo la leggenda, faceva il bagno una principessa tanto bella da attirare l’attenzione dei poeti locali.

Se da Tricase Porto si decide invece di procedere verso sud si giunge dopo pochi km a Funnuvoiere. Qui la scogliera, anche se non garantisce comodità, è davvero bella: gli scogli appuntiti ricordano un paesaggio lunare! Oggi alcune piattaforme in legno permettono di raggiungere il mare con maggiore facilità.. Poco distante da Funnuvoiere, la Guardiola e ladiacente Canale del Rio: la scogliera è alta ma il mare si raggiunge facilmente anche se solo dopo aver percorso una lunga scalinata.

Dopo un faticoso rientro ci si può dissetare nel piccolo chiosco situato sul promontorio della “Guardiola” e godere di un panorama mozzafiato. Bella anche Novaglie che si incontra prima di giungere nel meraviglioso canale del Ciolo: si può fare il bagno nella caletta sotto al ponte del Ciolo (troppo affollata in agosto) o nelle meno conosciute, anche se più scomode, discese segnalate con i nomi: Mattara, Aspro e Giulicchio. Dopo alcuni km di scogliera alta si arriva a Santa Maria di Leuca. Chi ama gli scogli può fare il bagno a Punta Meliso o a Porcinara, solo i più agili però si potranno permettere un magnifico tuffo nelle acque cristalline della Ristola: sul promontorio della Ristola c’è la Grotta del Diavolo accessibile anche via terra. L’atrio della grotta si restringe sempre di più fino ad aprire due vie che portano al mare. Chi ama la comodità può invece affittare sdraio e ombrellone sulle piattaforme in legno dei vari lidi presenti. Proseguendo lungo la litoranea, chi desidera fare un tuffo lontano dalla folla, può munirsi di scarpe da ginnastica e avventurarsi sugli scogli del Marcheddhu o prendere il sentiero che dal ristorante “Mangiamare ” porta al mare. Più avanti c’è la ciottolosa Spiaggia Ciardo e subito dopo Felloniche una spiaggetta il cui accesso al mare è un po’ scomodo. Là dove la sabbia si tramuta in scoglio però, lo scorso anno è stato inaugurato un raffinato lido: Bagni Marinelli, con ombrelloni bianchi, lettini, cabine e bar su pedane in legno.

La graziosa insenatura di San Gregorio è purtroppo troppo gremita in agosto ma in giugno e settembre il mare è meraviglioso. Aperitivo, pranzo e cena si possono consumare sulle terrazze panoramiche del vicino “Bar del Moro”. A due passi si trovano le spiagge di Torre Vado e Pesculuse con dune coperte di gigli selvatici e sabbia finissima. La spiaggia libera si alterna a numerosi lidi attrezzati tra cui il più apprezzato (ma per tale motivo troppo affollato tra fine luglio e agosto) è il lido Le Maldive, così chiamato per i colori della sabbia e del mare. Proseguendo lungo il litorale si giunge alle spiagge di Lido Marini Torre Mozza e Torre San Giovanni. Il Balelido a Torre Mozza è oggi uno dei lidi attrezzati più trendy: ha solo 26 palmizi e gli ospiti si rilassano mangiando frutta e bevendo prosecco in riva al mare (lettino e ombrellone costano 45 euro in agosto!). A Torre San Giovanni, invece, lido Cocoloco è un chiringuito frequentato da giovani: al tramonto si trasforma fino alle otto di sera in una vera e propria discoteca!

Nella lunga baia di Gallipoli dune basse si susseguegono tra Lido Pizzo (frequentato dai nudisti e amato dai vip) e Punta della Suina, che si raggiunge attraverso una fitta pineta: due spiagge attrezzate e un bar con terrazza panoramica, dove si sorseggia l’aperitivo con sottofondo musicale. Nella Baia Verde i lidi attrezzati Zen e Samara diventano locali serali con musica lounge. A circa 10 km da Gallipoli c’è Santa Caterina: qui la scogliera è bassa e scogliosa e si susseguono calette dall’acqua cristallina color verde-azzurro.

Proseguendo, non può mancare una sosta a Porto Selvaggio: dopo aver attraversato un grande bosco di pini d’aleppo, si giunge in una minuscola spiaggetta di ciottoli e ci si tuffa in un’acqua verde-blu. Più avanti si ritorna alle spiagge.

Porto Cesareo è un porticciolo naturale. La sua costa è caratterizzata da spiagge che si allungano per 17 km di fronte ad un arcipelago di isolotti. La spiaggia è di sabbia finissima e bianchissima. Numerosi sono i lidi attrezzati che si alternano alla spiaggia libera. Tra i tanti il Tabù e le Dune, affollati lidi dove a ritmo di musica ci si può divertire (e magari dimagrire!) con un po’ di acquagym. Più esclusivo invece il Goa molto frequentato dai giovani.

Infine fra Torre Lapillo e Punta Prosciutto (dove c’è una friggitoria che permette di gustare una frittura di calamari in riva al mare) c’è l’incantevole Lido Degli Angeli. Un susseguirsi di dune, alte anche 6 metri, di sabbia bianchissima.

Masseria Uccio B&B

(Bed and Breakfast in Agriturismo)
Parco Otranto Santa Maria di Leuca
Salento - Puglia

Cellulare
Indirizzo
Via Madonna di Fatima, snc
73039 - Tricase (Salento)